Home Copertina Rudi Garcia in conferenza stampa: “Il Genoa è un’ottima squadra”

Rudi Garcia in conferenza stampa: “Il Genoa è un’ottima squadra”

L’allenatore del Napoli Rudi Garcia ha presentato in conferenza stampa Genoa- Napoli di domani sera ore 20.45. Ecco le sue parole: “7 partite in 23 giorni sono una maratona. Sono contento che nessuno si sia fatto male in Nazionale a parte Matteo Politano che è uscito nell’intervallo della partita contro la Macedonia, ma dovremo averlo a disposizione per uno spezzone di gara sicuramente non dall’inizio.  Ho ritrovato ieri tutto il gruppo, ma molti erano stanchi per poter fare tutto il lavoro normale, viaggiando di notte, quindi solo oggi…ma facendo attenzione perché alcuni non hanno recuperato al 100%. Darò spazio a chi lo merita, a chi è pronto, ma la squadra che inizierà non sarà la stessa che ha iniziato con la Lazio.

Non ho visto tutte le partite dei nostri Nazionali, ma so che Raspa la prima l’ha giocata poco e nella seconda ha giocato come prima punta. Lui può fare tutti i ruoli in attacco. Kvaratskhelia sono contento che abbia giocato due partite contro la Georgia e che stia bene dal punto di vista fisico. Con la Lazio non aveva i 90 minuti nelle gambe. Come ha detto il presidente, dobbiamo lavorare e migliorare. Giocando ogni 3 giorni ovviamente c’è meno tempo per lavorare con la squadra, ma si può sempre migliorare. Se non dovessimo riuscire a tenere in fase difensiva, dobbiamo migliorare nel palleggio e nell’efficacia sotto porta per segnare. Pure ad inizio ripresa col tiro di Zielinski. Almeno ha preso la porta, il problema delle ultime due è aver preso poco la porta. Mi piacerebbe che la partita di domani finisse come contro il Sassuolo con un cleen sheet e che si migliori dal punto di vista fisico.

Il Genoa è un’ottima squadra, è una neopromossa, ma ha battuto 1-0 la Lazio, ha perso contro il Torino e sicuramente si vorrà riprendere. È una squadra solida a livello difensivo e sono felice di rivedere Kevin Strootman. Dovremo pensare ad una sfida per volta e ci vorrà concnetrazione al 100% sul campionato

Natan visto che non ha fatto la preparazione estiva con noi, ho svolto un lavoro più preciso con lui e sicuramente è più pronto, ma bisogna considerare che è arrivato con un piccolo fastidio al ginocchio dal Bragantino che ora sta smaltendo. Ma siete fissati su Natan (ride, ndr riferito ai giornalisti presenti), ma tutti gli altri sono pronti e sono contento per i 180 minuti di Ostigard che voi dimenticate, io no. La cosa positiva è che chi aveva bisogno di giocare, Cajuste, Kvara, Elmas, almeno hanno giocato molto e sono pronti. 

Può capitare che Stanislav Lobotka non tocchi sempre 100 palloni, poi se sarà bravo a smarcarsi meglio ancora. L’abbiamo ritrovato fisicamente con la Lazio, è stato il migliorare, facendo giocare anche gli altri, al di là dei contropiedi della Lazio tra il 60 e 75′ ma lo vedo bene, è un giocatore importante per noi.  Domani avremo marcature individuali su tutti i nostri centrocampisti e a Stanislav ho spiegato che esiste pure un piano b.

Mi è piaciuto come sia entrato il Cholito Simeone contro la Lazio quando abbiamo provato a ribaltare il risultato ha provocato pure la sovrapposizione con Raspadori. Avendo questo potenziale offensivo, mi dovrò inventare un tridente con Osimhen. Raspadori può svolgere il ruolo di prima punta, ma ha il minutaggio limitato vista la presenza di Osimhen”.

Ecco il video: 

https://t.co/7QU4ooJbcW