Home Copertina Benitez: “Non sono soddisfatto, ma resto tranquillo”

Benitez: “Non sono soddisfatto, ma resto tranquillo”

13136269_Chelsea's Manager Rafa Benitez during the Barclays Premier League match at the Britannia St-1718422

 

Pareggio amaro al San Paolo per il Napoli, mister Rafa Benitez prova comunque a vedere il bicchiere mezzo pieno: “Non abbiamo fatto una buona partita, la squadra non si è espressa ai livelli delle gare precedenti, giocare dopo tre giorni contro una squadra che ha perso per 7-0, non era facile. Il Sassuolo in settimana ha lavorato tanto per riprendersi dalla sconfitta di domenica, i nostri avversari hanno giocato benissimo. Complimenti a loro. Assenza Behrami? E’ un giocatore importante per noi, avevamo tre partite in sei giorni, volevo farlo riposare e ho deciso di fare giocare altri uomini che ho in rosa. Difficoltà squadra? Tutti abbiamo fiducia nella squadra, non possiamo vincere tutte le partite, dobbiamo migliorare ancora diverse cose. Dobbiamo attaccare meglio quando abbiamo la palla, oggi ci è mancato un po’ di equilibrio. Errori in difesa? Non mi sono piaciute tante cose, loro attaccavano gli spazi con grande facilità. Turnover? Ho deciso di operare alcuni cambi perchè tanti giocatori avevano giocato molto nelle ultime gare. Pandev in difficoltà? E’ un giocatore di qualità, lui rende meglio al centro, ma lì abbiamo Hamsik. Ripeto che abbiamo sofferto perchè abbiamo incontrato un Sassuolo che ha giocato molto bene. Dobbiamo imparare da questa gara e continuare a migliorare. Non sono soddisfatto, ma resto tranquillo”.

 

Ai microni della Rai il tecnico iberico aggiunge: “Noi non abbiamo fatto bene, loro si. Mi sembra che il risultato sia giusto. Noi stiamo lavorando per una stagione, non per una partita. Se si gioca ogni tre giorni bisogna usare tutta la rosa, sono soddisfatto dell’impegno dei giocatori. Poi è chiaro che non abbiamo fatto bene dal punto di vista tecnico e in fase difensiva. L’ho detto anche alla squadra, da domani dobbiamo tornare a lavorare. Della gara di oggi non possiamo cambiare nulla, bisogna preparare la prossima partita. Siamo ancora all’inizio”.