Principale

Aurelio De Laurentiis: “Per una serie di motivi, non abbiamo potuto acquistare Cristiano Ronaldo”

image_pdfimage_print

Il presidente del Napoli Aurelio De LaurentiisDimaro è stato intervistato  in esclusiva  da Walter De maggio per conto  di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue parole: “Sono molto soddisfatto del ritiro in Trentino, ancora una volta l’organizzazione è ottima. Abbiamo trovato tutte le strutture in ordine e la prima settimana di ritiro è stata straordinaria, penso che Ancelotti possa allietare e dominare il gruppo. Ogni allenatore ha le sue metodologie d’allenamento, io sono sempre contrario alle Tournèe in America e in Estremo Oriente. C’è la possibilità di andare in Cina, ma non voglio coinvolgere terze persone che pensano solo a speculare. Abbiamo organizzato tre amichevoli all’estero. La prima contro il Liverpool finalista di Champions League e altre due. Contro i reds la partita sarà visibile per la prima volta con Tim Vision e dunque accessibile con gli smartphone e i tablet. Spero che la vedranno parecchi tifosi azzurri. Pagano 10 euro non è tanto. Le prime tre amichevoli saranno visibili dagli abbonati SKY Mediaset, le altre le giocheremo a Dublino, a San Gallo e nella casa della Wolkswagen. Ci saranno  aerei da pagare e bisognerà far conto della situazione ambientale. Inoltre non avendo ancora Castel Volturno a disposizione, svolgeremo la preparazione dal 2 al 5 agosto a Dublino. Dopo l’11 agosto invece Castel Volturno tornerà a disposizione per svolgere gli allenamenti. Con il Gozzano abbiamo avuto delle  buone indicazioni, ma è ancora presto per giudicare perché i calciatori del Mondiali rientreranno dal 22 luglio al 2 agosto. Per una persona seria come Ancelotti e per tutti gli allenatori del Napoli, non bisogna dare giudizi in maniera tempestiva. Ancelotti è stato esemplare e finalmente si è innamorato di essere tornato in Italia.

Non ho visto una Francia molto forte, ma distratta ed annebbiata. In Deschamps ho notato una smorfia di tensione. Mi è dispiaciuto che sia uscito il Belgio, era la più forte e meritava come ha dimostrato nella partita contro l’ Inghilterra. Vorrei avere tutti i loro giocatori nel Napoli, ma già siamo fortissimi e tantissimi. Mendes è un amico, siamo andati a parlare a casa sua per Rui Patricio, poi dopo le sue dimostranze verso lo Sporting Lisbona ci siamo defilati. In più occasioni abbiamo parlato, compresa la situazione di Cristiano Ronaldo quando si era creata la frattura chimica con il Real Madrid e Mendes disse che potevamo acquistarlo. Io ci ho pensato e ho detto che avevo bisogno die primi 250 milioni di fatturato per il border line. Con Mazzarri gli stipendi erano da 30 milioni, adesso siamo arrivati a 400. Ho detto a Mendes di lasciarmi i primi 250 milioni di fatturato e i restanti 100 li lasciavo a lui. Con la potenza di Ronaldo si fanno in secondo. Però Mendes è un uomo veloce che vuole bruciare il tempo e ho capito come non ci fosse il tempo sufficiente. L’arrivo suo a Napoli avrebbe portato un effetto stordente come non si vedeva da tempo, proprio come sta avvenendo alla Juventus. Poi bisognava pure riflettere. Io già avevo fatto 4 innesti e non valeva la pene spendere tutti quei soldi per CR7.nPoi tutta la squadra avrebeb dovuto giocare per lui e i tifosi lo volevano avere sempre in campo e se ci fosse stato lui, gli altri non sarebbero scesi sul rettangolo verde di gioco.

Ancelotti è molto forte a carte, è stata una scoperta incredibile e goduriosa. Tutti i giocatori che noi scegliamo sono dei top player, per Fabiàn Ruiz è stata fatta una scelta molto accurata dal punto di vista dell’immagine. E’ strepitoso perché a centrocampo potrà essere schierato sia a destra che a sinistra. dall’8 agosto potremo fare dei ragionamenti sul mercato avendo due settimane di tempo  e se ci fosse l’esigenza di piazzare qualche calciatore. A me non risulta l’ipotesi di uno scambio tra CallejònSuso“.

Fonte foto:RadioKiss Kiss Napoli

 

comments