CoronavirusPrima pagina

Vincenzo De Luca su Facebook: “A fine ottobre si chiuderà tutto alle ore 22.00”

Campania
image_pdfimage_print

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha parlato nella solita diretta Facebook del venerdì pomeriggio. Ecco le sue dichiarazioni: “Preferisco non rispondere alle cose indegnw sentite in questi gironi, l’Italia è in un momento delicato e deve esserci unione. In questo momento rispetto a marzo, abbiamo più casi, ma ci sono più asintomatici, ma la malattia è cambiata. Però con la stagione invernale andremo incontro ad un aggravamento. Io sono per prendere decisioni più rigorose, senza aspettare. L’ Italia si è ormai uniformata al resto d’Europa come casi. La situazione demografica della Campania è estremamente delicata e per questo si devono prendere decisioni drastiche. Napoli dal punto di vista demografico, è la città più delicata d’Italia. L’obiettivo fondamentale è quello di salvare la vita delle persone. In Campania dall’inizio della pandemia, abbiamo avuto 487 decessi. In altre zone del Nord Italia abbiamo avuto 30 mila decessi in più. Noi dobbiamo fare tutto per mantenere questo tipo di decessi, in proprozione agli abitanti, abbiamo conseguito un vero e prorpio miracolo. Regione più delicata d’Italia , iniziative di prevenzione che non ha fatto nessuna Regione d’Italia. Numero più alto di contagiati per lo screening fatto nei mesi scorsi. In questo modo il controllo è più efficace.

Nelle condizioni vedendo i positivi, ieri abbiamo fatto un’ordinanza diffcile da prendere. Quando è arrivata la notizia dello sforamento dei 1.000 contagi ci è arrivata alle ore 10.00 mattina, abbiamo discusso tutto il giorno. Il bollettino della Campania oggi racconterà di 1.261 nuovi positivi su 14.422 tamponi. No non abbiamo chiuso le scuole, ma deciso di fare didattica a distanza per contenere l’onda del contagio. Diminuire gli assembramenti e cercare di frenare la mobilità per quanto possibile sui mezzi di trasporto. Bisogna bloccare la movida. Ottobre chiudere fine settimana entro le ore 22.00. Halloween è un monumento all’imbecillità. Sento che si stanno preparando alle feste, ci chiude tutto e sarà il coprifuoco. Probabilmente blocco mobilità oltre le ore 24.00 Faremo un confronto. Basta uscite irresponsabili di notte. In un mese dovremo arrivare a 900 -1.00 posti in più in un mese. Noi avremo rispetto a marzo più presenze in ospdedale, per ricercare più posti letto. Dobbaimo maneenre le percentuali dei emsi scorsi e se dovessimo fare così facciamo un miracolo e dovremo salvaguardare le nostre famiglie. Questione tamponi, nei giorni scorsi abbiamo parlato con il Ministero Salute e Arcuri fabbisogno sulla base del contagio. Passando a 17 mila tamponi, abbiamo ordinato più kit, fatto test antigenici screening continuo sulle scuole, oltre a quello già fatto e abbiamo l’obiettivo di vari test. Poi test molecolari rapidi per ventimila accessi al mese. 294 ventilatori polmonari che ci sanno arrivando e 200 cashi subitensiva, già arrivati 100, nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la fornitura completa. Dovremo preparare un numero adeguato di terapie intensive. Mancano in tutta Italia gli anestesisti. Fino a questo momento gli impegni nazionali sono stati presi e vigileremo su ciò. In questo momento non stiamo dormendo nemmeno la notte. Lo so che sono decisioni dure verso le famiglie. Mi auguro pure che le forze dell’ordine facciano il loro dovere.

Claudio Gervasio
Claudio Gervasio nato a Napoli. Ha conseguito il diploma di Liceo Lingustico, la laurea in scienze della Comunicazione all'Unisob con master di Scienze Investigative Criminologiche e politiche della Sicurezza. Appassionato di giornalismo, è un collaboratore spontaneo di MundoNapoliSport24

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close