venerdì, Settembre 25, 2020
NotiziePrima pagina

Vincenzo De Luca: “Sono contro la movida selvaggia”

image_pdfimage_print

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha parlato in una diretta Facebook come fa di solito il venerdì. Ecco le sue parole: “Questa è stata una settimana importante, credo che tutti quanti abbiamo fatto un passo in avanti verso la normalità nel nostro paese. Qui ci siamo mossi nel modello di ordinaria amministrazione, in questa settimana si sono capovolte le gerarchie in Italia con più confusione al Nord rispetto al Sud. La Regione Campania non ha firmato nulla con il Governo perché non c’era nulla da firmare. Nell’accordo stato, Regione, la Campania ha sollevato due problemi. Uno quello dell’apertura il lunedì dei ristoranti, il secondo perché la responsabilità dell’epidemia doveva cadere sul Ministro della salute e non sulle Regioni. In Italia non ci devono essere statarelli. In merito alla riapertura interregionale del 3 giugno, ho apprezzato le dichiarazioni del Ministro Boccia sulla mobilità. La Campania ha mostrato coerenza difendendo l’unità nazionale. La Campania si è presa altri 4 gironi di tempo sulle aperture, perché le disposizioni da Roma sono arrivate solamente domenica sera. Abbiamo detto pure al Governo che le misure di ristoro non devono riguardare solo il Nord Italia, ma pur e per le altre zone rosse per la Campania Ariano Irpino, Vallo Di Diano. Così come per le altre Regioni di Italia, abbiamo detto che questo provvedimento è sbagliato e aspettiamo risposte 240 milioni di euro dal Ministro dell’ Economia molti anni fa. Li stiamo ancora spettando che qualcuno si decida a sbloccare i fondi con questi chiari di luna. secondo punto di scontro. La Corta dei Conti ci ha dato ragione, ho parlato con il presidente del Consigli e aspetto risposta. Terzo contenzioso per il decreto che contiene 3 miliardi per la sanità e la Campania chiede la spartizione equa delle risorse.

Aggiungo poi il problema della Cassa Integrazione in deroga, che la Campania è stata la prima. mancano all’appello 40-50 milioni di euro che chiedo al Governo di sbloccare. Esprimo solidarietà al centro impiego di Avellino per l’attentato subito. Siamo l’unica Regione che ha approvato un piano socio economico di un miliardo di euro per le micro imprese, famiglie e persone più in difficoltà. 250 euro isee sotto i 13 mila euro per gli studenti , 600 euro a famiglia con disabili non gravi. 300 euro stagionali turismo, aziende agricole , dal 20 di questo mese potranno essere fatte domande Cae e dal 21 maggio per l’imprese della pesca e acqua coltura . Abbiamo dato una mano ad altri stagionali 3000 tassisti, autisti di scuola bus, stiamo cercando di dare una mano non solo agli stagionali, ma pure ai lavoratori del trasporto turistico, marittimo, agli autisti, e agli autoportuali. Ciò è lavori stagionali legate al Funzionamento aeroporto e porti. Siamo facendo davvero uno sforzo immane. Siamo una Regione più delicata d’Italia per quanto concerne la disoccupazione giovanile e livello pro capite. Non vogliamo una crisi sociale pure in Campania e siamo la Regione più delicata pure su questo punto di vista. Il concorso iniziato alla fine dell’ anno 2019 con 10.000 iscritti per l’inserimento di 3.000 giovani e arrivato alla conclusione della prima fase , poi c’è stata la sospensione dovuta all’ epidemia, ci sono stati i ricorsi di 47 candidati e sono stati riammessi l’ 8-14 giugno faranno le prove suppletive. Oltre 2.000-3.000 inizieranno a lavorare per la Regione nel mese di luglio. E’ un altro miracolo campano. Sono i primi 3.000 posti veri con un anno di formazione pagato dalla Regione Campania 1.00 euro al mese. Poi faremo pure un altro concorsone per far lavorare negli altri enti locali.

In più l’ EAV procede con 200 assunzioni nei prossimi due mesi per 450-500 nuove assunzioni credo che prenderemo in questa settimana altre decisioni per la riapertura di piscine, palestre , bed and brekfast, alberghi, centri termali, zoo piccoli video vorremo partire dal 25 maggio. Attività da diporto residenti campani per andare in barca e daremo questa possibilità alle isole. Stabilimenti balneari credo da queste settimane. Teniamo bloccata la movida. Più controllo sulle mascherine e per gli assembramenti. Questi sono mesi decisivi per le aperture per lasciarle aperte per sempre e per tutelare i nostri cari. Dovremo fare sforzi. faremo pure una campagna promozionale per il turismo in Campania. Presenteremo il piano dei tesi epidemiologici che abbiamo fatto. Guardiamo con fiducia al futuro, ma serviranno comportamenti responsabili. Quando prendiamo queste misure, non lo facciamo ami a cuor leggero per quanto concerne la movida”.

Claudio Gervasio
Claudio Gervasio nato a Napoli. Ha conseguito il diploma di Liceo Lingustico, la laurea in scienze della Comunicazione all'Unisob con master di Scienze Investigative Criminologiche e politiche della Sicurezza. Appassionato di giornalismo, è un collaboratore spontaneo di MundoNapoliSport24

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close