Terremoto ad Ischia: Una donna morta a Casamicciola, diversi feriti e crolli in tutta l’isola

image_pdfimage_print

La terra trema e in un attimo una vacanza si trasforma in un incubo. E’ quanto accaduto ad Ischia alle 20,57 di questa sera. Un boato e immediatamente l’interruzione di energia elettrica per qualche minuto. Si capisce immediatamente che quanto accaduto non è la solita scossa “flegrea” che si ripresenta anno dopo anno, ma è qualcosa di più. Secondo i primi dati dell’IGV si è trattata di una scossa di magnitudo 3,6 e una profondità di circa 10 chilometri. Nonostante la scossa non appaia eccessivamente forte la bassa profondità l’ha resa più violenta per le abitazioni e quindi per la popolazione presente.

Morti, feriti e dispersi
Una donna ha perso la vita a Casamicciola, si temono altri morti sotto le macerie. Mano mano che i minuti passano crescono anche i numeri delle persone ferite che però con la chiusura del Rizzoli non hanno un centro di primo soccorso a disposizione. Appello delle istituzioni ad attivare traghetti e aliscafi per trasportare le persone sulla terraferma.

I crolli
Confermati decine di crolli in tutta l’isola soprattutto a Casamicciola come ha anche testimoniato la tenenza della Guardia di Finanza che ne ha contati almeno 6 o 7. Ma su tutta l’isola la protezione civile già presente sull’isola per l’ordine pubblico estivo, sta mappando il territorio. Molti passeranno la notte all’aperto.

Ospedale evacuato
Disposta l’evacuazione dell’ospedale Rizzoli. Unico dell’isola attivo, tanto da destare la preoccupazione dei sindaci visto che ora non si sa dove portare i feriti che aumentano di numero. Nell’ospedale sono rimaste solo 5 persone intubate che non possono essere trasportate perche in pericolo di vita.

Uomini a disposizione
Al momento le forze dell’ordine sull’isola, tra tutti i corpi, sono 100 unità, tante vista la grandezza dell’isola, ma poche rapportate alle persone in vacanza e all’emergenza del terremoto.

Uomini a disposizione 
Al momento le forze dell’ordine sull’isola, tra tutti i corpi, sono 100 unità, tante vista la grandezza dell’isola, ma poche rapportate alle persone in vacanza e all’emergenza del terremoto. Un traghetto è stato messo a disposizione delle forze dell’ordine per far raggiungere l’isola a polizia e carabinieri.

Unità di crisi e forze dell’ordine

Le testimonianze
Il comandante Pietro Gentile, tenenza della Guardia di Finanza. «Ho visto almeno sei palazzine crollate a Casamicciola, ma al momento stiamo facendo sopralluoghi per avere un quadro generale della situazione. Non ci sono ospedali il Rizzoli è stato evacuato quindi servono traghetti e navi con urgenza per dare soccorsi ai feriti. Tutte le forze dell’ordine sono impegnate, in totale almeno 100 persone». Tommaso Monti, Via Borbonica a Lacco Ameno: «Ho visto crollare qualche tetto, ringhiere, muri di contenimento. Una rudere vicino alla nostra casa si è sbriciolato all’istante. Alcune stanze di una villa sono crollate. In giro si sentono solo sirene di ambulanze e quelle dei pompieri. Siamo tutti fuori dalle case con grande paura». Elio Valentino, organizzatore del premio Ischia, da Casamicciola dice: «10 secondi di puro panico. Stiamo tentando di rintracciare amici e parenti per capire loro come stiano. Abbiamo sentito di palazzi crollati».

Fonte:Il Mattino.it

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close