Home Calcio Serie A Raffaele Di Fusco: “Meret non ha fatto il salto di qualità”

Raffaele Di Fusco: “Meret non ha fatto il salto di qualità”

lECCE-nAPOLI.

Raffaele Di Fusco ex portiere di Napoli e Lecce a Radio Marte nel corso di ‘Marte Sport Live ha parlato del Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: “Non penso che bisognerebbe fare una rivoluzione, ripartire invece dalle basi che sono già ottime. Indubbiamente c’è da sostituire in modo adeguato chi andrà via, ma non come in questa stagione, nella quale Kim non è stato sostituito a dovere. Va integrata quella che è una buonissima rosa, servono però calciatori di livello. Osimhen non può essere sostituito da un giovane di prospetto, poi dipende dal nuovo allenatore e dal progetto. In ogni caso per puntare alla zona Champions bisogna acquistare 4-5 calciatori di livello. E’ importante poi che la società dia nuove motivazioni ai calciatori, ma credo che sarà più difficile attrarre grandi calciatori dopo una stagione del genere.

Per quanto concerne Meret, all’inizio di questa stagione ho avuto modo di dire che questo, dopo un campionato vinto, doveva essere l’anno della consacrazione di Meret per diventare un grande portiere. Devo dire che il salto in avanti non l’ha fatto, ma è logico che sul suo rendimento ha pesato l’andamento generale della squadra. Insomma da lui mi aspettavo qualcosa in più. E’ anche vero che troppo spesso è nel mirino della critica. Secondo me pesano i primi errori all’inizio della sua esperienza a Napoli. Su qualche sua mancanza hanno inciso anche i tanti errori difensivi, perché quando un portiere ha una retroguardia mal piazzata tende a posizionarsi non perfettamente per coprire certe lacune dei compagni. Al momento rimane un ottimo portiere. Caprile a me piace, avere Caprile alle spalle di Meret andrebbe benissimo. Per me Donnarumma resta il miglior portiere italiano, ma ci sono diversi estremi difensori italiani molto forti