Prof. Portella: “I nazionali del Napoli non dovrebbero aver contratto il Covid-19”

image_pdfimage_print

Giuseppe Portella professore di patologia clinica alla Federico II e membro dello staff che segue i tamponi del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per spiegare la situazione dopo il cluster che si è aperto nella Nazionale italiana di calcio. Ecco le sue dichiarazioni: “Insigne, Zielinski e Meret sono ancora a rischio visto il focolaio? Francamente sono passati vari giorni, la Ssc Napoli ha comunicato di monitorare i reduci dalle nazionali. Penso che la situazione sia abbastanza tranquilla.

Vero che hanno potuto fare solo tamponi antigenici rapidi, ma se fosse emerso qualcosa si sarebbe visto . A breve dovrebbero arrivare i tamponi di stamattina quindi speriamo di chiudere oggi questa storia e di confermare i risultati negativi”. “Dopo 6 giorni il pericolo è scampato? Per essere formalmente certi dovremmo attendere ancora qualche altro giorno ma più ne passano e meno dobbiamo preoccuparci .Dopo vari giorni la negatività ci fa stare abbastanza tranquilli. Per una questione formale possiamo parlare di scampato pericolo dopo una decina di giorni. Zielinski è stato sottoposto a una vera e propria tortura, ha fatto 5 tamponi in pochi giorni – ricorda il professore -. Purtroppo non c’è alternativa. Si è provato a usare tamponi salivari ma l’efficacia non è la stessa”.

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close