Pietro Lo Monaco: “Il Napoli ha 4 partite importanti ma la più decisiva è quella contro lo Spezia”

image_pdfimage_print

L’ex consigliere federale Pietro Lo Monaco e dirigente di Catania e Palermo ha parlato ai microfoni di Radio Marte. Ecco cosa ha detto: “Il Napoli ha 4 partite importanti ma la più decisiva è quella contro lo Spezia, squadra rognosa che dà fastidio. Però io penso che il Napoli abbia tutte le caratteristiche per potercela fare. Gol preso contro il Cagliari? Cose che non dovrebbero capitare ma capitano. Come farebbe Lotito in caso di Serie A della Salernitana? Da regolarmente deve mollarla ma siamo in Italia quindi fatta la legge, fatto l’inganno. Non mi meraviglierei che lui riuscisse a tenere anche la Salernitana. Spero che i granata riescano a ritornare in Serie A dopo tanti anni. Emergenza difesa del Napoli? L’assenza di Koulibaly è notevole, sempre e comunque, perché determina. Quindi è una brutta gatta da pelare. Rrahmani però quando ha giocato ha svolto il suo lavoro sufficientemente, quindi non è il momento di pensare a chi manca, bisogna vincere. Risposta di De Laurentiis all’arrivo di Mourinho? L’orgoglio non esiste, esistono le linee di possibilità dell’azienda. La Roma ha fatto un passo che potrebbe portare problemi seri se non arriverà la possibilià di supportare la cosa. Mi sorprenderei se De Laurentiis impazzisse per rispondere a questa mossa azzardata della Roma. Allegri, Sarri o Spalletti? Tre allenatori di grande spessore che valgono Mourinho. Poi sono italiani: io impazzisco, mi sembra che il calcio si sia fermato in Portogallo con Mendes deus ex machina di tutto. Non mi sorprenderei di vedere a Roma Renato Sanches, che fanno girare per milioni e milioni ogni anno. O anche Lamela. D’altra parte la proprietà della Roma si sta aprendo a fargli la squadra come lui vuole. Giuntoli via da Napoli? Ci sta che le parti non si separino ma andare a prendere un referente mi sembrerebbe sciocco. Juventus? Logico un momento di stasi, il Napoli ha tenuto il passo per lungo tempo e poi lo hanno ceduto anche loro. Quest’anno era l’occasione buona per vincere lo Scudetto da parte di una squadra che non fosse la Juventus. Conte è decisivo: detta le direttive e le esegue sul campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close