Olimpiadi Invernali 2026, il dossier sulla candidatura Milano-Cortina

È online dalle 20:26 il sito ufficiale della candidatura ai giochi olimpici invernali 2026 di Milano-Cortina con il dossier sulla candidatura italiana ai prossimi Giochi Invernali. “Milano Cortina 2026. The dream begin here” si legge nella home page dove appaiono i videomessaggi del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, del sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina, del primo cittadino di Milano, Giuseppe Sala, del presidente del Coni Giovanni Malagò e del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. Milano-Cortina è in corsa per l’assegnazione dei giochi invernali 2026 con la svedese Stoccolma-Aare. Nella giornata di venerdì 11 gennaio, inoltre, sono stati presentati al CIO tutti i dossier delle candidature. L’assegnazione è in programma il prossimo mese di giugno a Losanna.

Fonte: sport.sky.it

Cerimonia d’apertura e i 14 siti

Nel dossier la conferma di San Siro per la cerimonia d’apertura, di un solo impianto da costruire da zero, il nuovo palazzo dello sport di Milano, zona Rogoredo, nome “Palazzo Italia”, con lo sci alpino maschile a Bormio e il biathlon ad Anterselva, con il nordico in Val di Fiemme. Nel dossier tutti i grafici che spiegano il progetto nei 14 i siti divisi in quattro cluster: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme. Milano sarà il teatro dell’hockey, del pattinaggio artistico e dello short track. In Valtellina, invece, protagoniste le piste di Bormio e lo Stelvio per le prove dello sci uomini, a Livigno lo snowboard e il freestyle. A Baselga di Pinè – Val di Fiemme – il pattinaggio di velocità, a Tesero il fondo, a Predazzo il salto con gli sci. Nulla di nuovo per Cortina, con curling e sci alpino femminile, con la pista del bob e dello slittino da ristrutturare, con il pattinaggio. Qui n programma le gare di bob, slittino e skeleton. Il biathlon ad Anterselva, in Alto Adige.