#MundoMercato: “Si spostano i campioni, chi potrebbe fare al caso del Napoli?”

Entra nel vivo la sessione del calciomercato 2017/2018 con l’estate l’aria nei corridoi del mercato diventa rovente iniziano a spostarsi i campioni dalle big d’Europa tante le trattative in ballo molti in uscita in dall’Italia ed altri in entrata.

Il Napoli però dovrà prima fare i conti con le cessioni ci sono da sistemare Giaccherini Pavoletti, Zapata, Strinic ed uno tra Rafael e Sepe. Una volta fatte queste cessioni il Napoli proverà a piazzare almeno due colpi, nuovo obiettivo per il centrocampo e Kovacic in uscita dal Real Madrid sul calciatore c’è la forte concorrenza dell’Inter, i neroazzurri però dopo l’acquisto di versino dalla Fiorentina e Borja Valero sembra aver raffreddato il proprio interesse per il calciatore croato e al tecnico Maurizio Sarri non dispiacerebbe un rinforzo in più a centrocampo.

La chiave per arrivare a Federico Chiesa figlio prodigio di Enrico Chiesa è proprio Duvan Zapata che in questo errore è conteso tra Torino e Fiorentina e il Napoli potrebbe optare di cedere Duvan alla Fiorentina e rinforzarsi sull’auto di sinistro  comprando il giovane Federico Chiesa che infiammarebbe realmente la platea partenopea e sarebbe un degno sostituto di Lorenzo Insigne.

Tra i pali potrebbe risolversi tutto nei prossimi giorni il rinnovo di Reina e la cessione in prestito di Sepe all’Udinese con il cartellino di Pavoletti per arrivare al portiere greco Karnezis che piace molto al Napoli il calciatore sarebbe disposto a fare il vice di Reina almeno per un anno e poi prendersi la maglia da titolare degli azzurri.

Il sogno della platea partenopea e del presidente De Laurentiis rimane sempre lo stesso, il colpo a sorpresa il mister X che tutti aspettano per fare il definitivo salto di qualità in chiave scudetto parliamo dello svedese Zlatan Ibrahimovic ancora oggi senza squadra e senza una destinazione, il Napoli ci pensa Ibrahimovic pure vediamo se questo matrimonio s’ha da fare.

Rubrica a Cura del direttore 

Cosimo Silva