Mendicino, sollievo dopo la paura

image_pdfimage_print

mend«Abbiamo avuto paura, c’è stato un minuto e mezzo di blackout. Non riuscivamo a contattare nessuno, poi Fabiani ci ha tranquillizzato sulle condizioni di Ettore: l’abbiamo visto, sta meglio e siamo più sereni». Un lunedì di sollievo ieri per la famiglia Mendicino, dopo il grande spavento di domenica. Alla vista dell’ambulanza che correva in ospedale, papà Luigi, mamma Raffaella e il fratello Giovanni si erano catapultati a Matera per stare vicino al bomber granata, tempestato in queste ore di telefonate dai compagni di squadra e dai tantissimi amici del calcio e non solo. «Deve riposare, chiamatelo il meno possibile», la raccomandazione dei medici. Che hanno rassicurato in primis i suoi cari. Il giocatore ha qualche livido in testa, causato anche dalla caduta, ma nella giornata di oggi potrebbe già tornare a casa. Dopo sei minuti di gioco Domenica pomeriggio Ettore Mendicino ha perso i sensi ed è crollato al suolo: grande paura a Matera, durante la partita tra Matera e Salernitana (campionato di Lega Pro, girone C), dove a pochi minuti dal fischio d’inizio l’attaccante della Salernitana Ettore Mendicino ha perso i sensi in conseguenza di un contrasto di gioco con un avversario. Il calciatore è stato trasportato d’urgenza in ospedale e la gara è stata sospesa per quasi venti minuti.La scena immediatamente successiva allo scontro di gioco, avvenuto al 6′, tra Mendicino e un difensore del Matera ha scioccato il pubblico: a terra, l’attaccante campano infatti non si muoveva. E’ stato così necessario l’intervento di un’ambulanza e del trasporto in ospedale. Dopo la grande paura, è poi arrivata la notizia che le condizioni del giocatore sono in miglioramento che ha tranquillizzato tutti. La prima diagnosi parla di trauma commotivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close