Home Calcio Serie A Mazzarri: “Avevamo studiato il movimento di Theo, fa rabbia prendere un gol...

Mazzarri: “Avevamo studiato il movimento di Theo, fa rabbia prendere un gol così. Bene nel secondo tempo, sono fiducioso. Su Kvara e Zielinski…”

SSCNapoli.it

Walter Mazzarri, allenatore del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Dazn dopo la sconfitta contro il Milan per 1-0:

“Il Milan ha fatto un pressing feroce nel primo tempo e poi è calato tanto, nel secondo tempo abbiamo fatto bene ma potevamo fare ancora di più perché il Milan è calato. Abbiamo giocato bene nel secondo tempo, non c’entra il modulo. Si sapeva che Theo dava la palla e entrava accentrato, l’avevamo preparato questo inserimento e questo dà un po fastidio, si è fatto un errore. E’ un’azione classica del Milan, era prevedibile, dovevamo essere bravi a scappare prima su quella palla filtrante. Obiettivo del Napoli? E’ possibile, avete visto Olivera con la fasciatura al ginocchio, stiamo recuperando giocatori importanti, abbiamo fatto una grande partita e non meritavamo di perdere, è quello che conta, dobbiamo pensare a quello, sono fiducioso e lotteremo fino alla fine per raggiungere almeno il quarto posto. Kvaratskhelia? Sta cercando di trovare spazi diversi, perché dove va, ce ne sono tre. Oggi è stato braccato da tutte le parti, a volte gli altri andrebbero puniti un po’ di più, quando vede che gli fanno la gabbia intorno si può accentrare, ma non può saltare ogni volta 3 persone, i compagni devono metterlo in condizione d saltarne uno, non quando ne ha 3-4 intorno. Nel calcio moderno, una squadra se è brava a saper interpretare più moduli nella partita, tante cose le hanno memorizzate, è bello poter cambiare in base alle situazioni, le rose sono ampie, bisogna essere bravi con la difesa a 3, col 4-3-3, l’importante è che i ragazzi riconoscono quello che facciamo e quello che gli chiedo, sono i principi quelli che contano. Perché Zielinski fuori dalla lista Champions? Sono andati via tre giocatori che erano in lista, hanno comprato 4-5 giocatori nuovi e si è pensato che il futuro del Napoli sono quelli che sono arrivati. Sono arrivati giocatori che saranno il futuro del Napoli e lasciarli fuori non era facile. Nelle ultime 2-3 partite Zielinski non ha giocato e si è vinto, ci sono anche altre soluzioni, è stata una scelta relativa alla specifica partita contro il Milan, sapevo che oggi non aveva nemmeno la autonomia di tutta la partita, non è detto che nelle prossime giochi lui.

Articolo precedenteMazzocchi: “Errore di distrazione sul gol, meritavamo il pari”
Articolo successivoMazzocchi: “Non bisogna pensare allo scorso anno. Meritavamo qualcosa in più”
Matteo Merolla nato a Napoli. Diplomato in Economia, appassionato di calcio e giornalismo, collaboratore spontaneo di MundoNapolisport24.