Maurizio Sarri: “Dobbiamo ancora diventare una squadra esperta”

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha commentato la sconfitta di Champions League Feyenoord-Napoli 2-1 in superiorità numerica ai microfoni di  Mediaset Premium. Ecco le sue parole: “A livello mentale abbiamo commesso il brutto errore di farci condizionare dall’altra partita, doveva essere solo un allenamento stupido. Dovremo ancora lavorare mentalmente, non siamo ancora una squadra esperta. All’ Europa League ci manca ancora un mese e mezzo, non ci penserei ora. Un  club che a livello internazionale non ha molti trofei nella sua storia , dovrà provare ad andare fino in fondo in questa competizione. Ultimamente negli ultimi due o tre match abbiamo più un problemino offensivo piuttosto che difensivo. La superiorità territoriale, non risulta essere redditizia. Senza movimenti giusti, la gestione del possesso palla diventa più blanda, abbiamo dato poche soluzioni alla manovra. La sconfitta con la Juventus non ci può aver tolto delle certezze, è da due po tre partite che non facciamo determinati movimenti. Con gli eterni non attacchiamo la profondità come prima. Abbiamo calciatori forti, penso che sia solo un momento. Nella prima mezz’ora potevamo vincere con tre gol di vantaggio. Poi il risultato della partita in Ucraina ci ha tolto cattiveria agonistica dopo la mezz’ora del primo tempo. Sulle parole di Guardiola, le partite prendono sempre una piega iniziale. Può darsi che tre giorni prima del derby di Manchester, abbiano giocato con più leggerezza. L’anno scorso noi ci scannammo a Lisbona con il Benfica, poi la Dinamo Kiev che era già fuori, vinse contro il Besiktas“.

Fonte foto:SSCNapoli.it