Lorenzo Insigne: “Vorrei vincere qualche trofeo con il Napoli”

image_pdfimage_print

L’ attaccante del Napoli Lorenzo Insigne ha parlato dal ritiro di Coverciano della Nazionale Italiana in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Carlo Ancelotti è l’allenatore ideale, che forse ho trovato troppo tardi, sorride sempre, è sereno e tranquillo. Forse per questi motivi ha vinto tanto nella sua carriera. Con questa maglia ho dato sempre il massimo, ed è difficile trovare subito l’intesa che c’è in un club. Per esempio, a Napoli ci consociamo da tre anni, siamo sempre gli stessi, giochiamo a memoria. Anche se sono cambiati gli allenatori, è più facile esprimersi. E’ la stagione migliore da quando sono a Napoli, non ero mai partito così bene. Spero di continuare in questo modo non solo per me, ma pure per il Napoli. Abbiamo bisogno di vincere qualcosa, la Juventus ha la rosa più completa d’europa, ma ci dovremo provare e vedremo alla fine i risultati. Il calendario non mi interessa, l’importante sarà avvicinarci ai bianconeri. Intanto sono cresciuto, vedete ora non mi arrabbio più quando vengo sostituito come accadeva con Sarri. Quando ho sbagliato ho chiesto sempre scusa, pure io sono il primo tifoso del Napoli e la cosa fondamentale e che la squadra vinca.

Ancelotti mi ha cambiato il ruolo dopo la sosta e quando gioca male la partita con la Samp. Quando sono tornato dopo la Nazionale, mi ha subito parlato di questa nuova posizione e io ho detto subito si, perché mi è piaciuto sempre stare vicino alla porta e spero di continuare in questo modo. Ancelotti con i giocatori ha creato il rapporto che ognuno sogna di incontrare con il proprio allenatore. E’ complicato pure litigare quando ti manda in panchina, è la persona pi umile del mondo. Ha un carattere semplice e ciò che gli ha fatto vincere parecchio in carriera.

Sono d’accordo con Verratti, la Nazionale è guarita. Avevamo già scherzato con Marco il mese scorso prima dell’incontro di Champions League qua in Nazionale.Quando è uscito il girone, nessuno pensava che avremmo potuto avere tante possibilità, ma nostro allenatore ci ha fatto restare in lotta e daremo filo da torcere al Psg. Come ho detto, il club è una cosa e la Nazionale un’altra. Però ho trovato la stessa mentalità che c’è nel Napoli. Ancelotti e Mancini si  assomigliano  molto nella mentalità e per questo motivo mi trovo molto bene pure nell’ Italia. Mi auguro a dare lo stesso impegno alla Nazionale, proprio come faccio nel Napoli. Qui ci sono dei veterani come Bonucci Chiellini e tanti giovani che si stanno confermando ad alti livelli. Disputare la Champions League, ti fa acquisire più esperienza. In questo modo aiutiamo i più giovani che non ancora disputato questa competizione, ma che presto lo faranno.

Ogni tecnico ha la sua idea d gioco e quella di Mancini mi piace, ci sta insegnando diversi schemi più offensivi. Poi lui ha allenato diversi campioni e  si vede. Già contro la Polonia si sono visti i nostri miglioramenti., però dovremo migliorare in zona gol, essere più cattivi nel concretizzare le tante occasioni da rete che produciamo.

Mi fa amale ripensare alle 70 mila persone di San Siro e alla delusione della mancata qualificazione con la Svezia, ma ho accettato le decisioni di  Ventura che riteneva che quelli fossero i giocatori giusti da schierare dall’inizio. Adesso bisogna guardare avanti. Auguro al mister di trovare un’altra panchina. Non commento le parole di Pellisier. Ventura con l’Italia ha fatto male, ma prima aveva fatto bene dimostrando il suo valore. Nel calcio non conta il fisico, ma il talento e qua ce ne sono molti di piccoletti che possono riportare in alto la Nazionale. Per me non ci sarebbe nessun problema nel tornare esterno nel tridente,. con Immobile ho passato un anno fantastico a Pescara. Dispiace per l’assenza di Bernardeschi, con lui e Chiesa mi sono trovato bene. Non sappiamo ancora chi giocherà, ma ritengo che io lui e Berardi siamo competitivi. L’importante sarà vincere in Nations League, avremo tanti tifosi e vogliamo conquistare un buon risultato per conquistare il primo posto in classifica generale contro il Portogallo. Se i baby sono qua in Nazionale, significa che valgono e Tonali ha subito dimostrato le sue qualità”.

Ecco il video:

🎥 La sintesi della conferenza stampa dell’attaccante della 🇮🇹 in vista della partita di con il 🇵🇹, in programma sabato 17 novembre alle 20.45 a .

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close