Il Bologna espugna il San Paolo

Il Napoli dopo l’ottima prova in Champions League contro il Liverpool, per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A è chiamato a ripetersi pure in campionato con il Bologna per ritrovare la vittoria che manca dal 18 ottobre contro il Verona. Squadre che si schierano a specchio con il 4-3-3. Ancelotti stravolge ancora la formazione inserendo in campo Di Lorenzo a sinistra e Maksimovic a destra. La coppia centrale è formata da Koulibaly e Manolas. A centrocampo Elmas interno con Fabiàn Ruiz e Zielinski in regia. Ancora escluso Callejòn. In attacco spicca l’assenza di Mertens con la presenza da titolare di Llorente affiancato da Lozano e Insigne. Nel Bologna capitano l’ex Dzemaili. Con lo sciopero delle due curve al San Paolo a sentirsi sono un centinaio di Ultras del Bologna che intonano un coro di incitamento per Sinisa Mihajlovic che sta combattendo la leucemia. Prima occasione per il Napoli al 12′ con un tiro di Insigne in contropiede servito da Lozano. Palla di poco alta. Al 16′ annullato un gol al Napoli per fuorigioco di Lozano. Al 21′ bella punizione di Insigne dai 30 metri, devia Skorupski in angolo. Al 23’Bologna pericoloso in contropiede con un tiro dalla distanza di Palacio che termina di poco alto. Al 25′ ci prova Fabiàn Ruiz sfera che finisce di poco sopra la traversa. Al 31′ Il Bologna sfiora il gol del vantaggio con una bella girata dell’ ex di turno Dzemaili che con una sforbiciata prova a sfruttare l’errore in difesa di Fabiàn Ruiz. Al 40′ azione personale di Insigne che calcia dal limite dell’area di rigore . Ribattuta di Skorupski e Llorente si fa trovare pronto per il suo terzo gol che dà al Napoli il vantaggio. Al 42′ Koulibaly si invola sulla fascia e mette un bellissimo cross per Llorente che calcia addosso a Skorupski. Al 43′ Lozano egoista, ignora Elmas in ottima posizione e il Napoli spreca un contropiede. Senza recupero termina il primo tempo sul risultato di 1-0. manovra del Napoli lenta, con il Bologna che prova a puntare sulle ripartenze con un Orsolini in grande spolvero.

Nella ripresa esce Orsolini nel Bologna ed entra Olsen. Al 54′ Insigne in contropiede impegna Skorupski che devia in calcio d’angolo. Al 56′ Llorente calcia dal limite dell’area di rigore e colpisce Insigne che per poco non beffa Skopuski. Al 57′ salvataggio di Koulibaly su un cross di Sansone, sulla respinta pareggia Olsen e fissa il punteggio sull’1-1. Al 61′ seconda sostituzione per il Bologna. Esce Medel entra Svanberg. Al 64′ prima sostituzione del Napoli. Esce Elmas entra Mertens per una squadra a trazione anteriore. Subito dopo in ripartenza para Ospina. Al 66′ tira Mertens la palla esce di poco. Al 70′Sansone sfiora la rete del vantaggio con un tiro da fuori area. Al 78′ Mertens calcia con il piatto nell’area di rigore, ma la palla finisce sopra la traversa. All’80’ inserimento centrale di Sansone che porta incredibilmente in vantaggio il Bologna per l’1-2. Secondo cambio per il Napoli. All’81 entra Younes esce Lozano. All’83’ ultima sostituzione nel Bologna. Esce Palacio entra Destro. Nei quattro minuti il Napoli fa di tutto per poter segnare ma non ci riesce. Llorente con un colpo di testa prova a segnare, ma Skorupski è attento e blocca centralmente. Nel recupero viene annullato dal VAR il pareggio di Llorente. La partita termina 1-2 tra i sonori fischi del San Paolo. Ora con l’Udinese bisogna assolutamente tornare alla vittoria per invertire questo brutto trend in campionato dove le motivazioni appaiono scadenti.

Claudio Gervasio