Guidolin su Zielinski: “Deve migliorare un aspetto del suo gioco”

image_pdfimage_print

Aveva due piedi che incantavano e quello è un dono: per lui destro o sinistro non faceva differenza e adesso si nota ancor di più perché alla tecnica di base ha aggiunto una grande crescita dal punto di vista muscolare. Adesso è anche un giocatore tosto. Per me è sempre stato un trequartista, un classico numero 10. Poi con il tempo ho capito che può interpretare molto bene anche il ruolo di mezzala, cosa che infatti ha fatto alla grande sotto la gestione di Sarri. Ma in assoluto parliamo di un giocatore molto duttile: può fare il centrocampista centrale o l’esterno, anche se alle spalle della punta rende sicuramente al meglio».

Zielinski, dove può migliorare

In cosa può migliorare?
«Lui lo sa bene. Perché glielo ripeto ogni volta che lo vedo: lo rimprovero sempre perché un centrocampista vero deve fare 10 gol all’anno. E infatti quando ci incrociamo si mette a ridere perché sa quello che gli dirò. Deve provarci di più. È una questione di carattere. È ancora troppo timido e riservato. Ma ora ha 26 anni e deve darsi una svegliata. Anche perché lui è il primo a sapere di essere bravo nel tiro. Deve solo prendersi più responsabilità quando ne ha l’occasione».

Fonte: calcionapoli24.it

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close