Giuseppe Bergomi: “Il Napoli senza Mertens ed Osimhen concretizza poco”

L’ex Campione del Mondo del 1982 Giuseppe Bergomi ed ex difensore dell’ Inter ora commentatore di SKY, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole: “Non si può mettere in discussione il lavoro di Antonio Conte perché la crescita della squadra è sotto gli occhi di tutti. E sono certo che sia proprio Conte il valore aggiunto dell’ Inter. Lo dice la storia della società: si è sempre vinto quando alla guida tecnica c’era un uomo forte, un leader. E Conte è esattamente l’uomo che serviva all’Inter per tornare in alto.

Però quando manca Lukaku l’involuzione di squadra è palese, non trova? “Ogni squadra ha il proprio punto di riferimento. A proposito, chi è stato a fare di tutto per portare Romelu a Milano? Già per questa intuizione si dovrebbe sempre dire grazie a Conte. Lukaku è dominante, fa la differenza e ti trasforma la squadra. Ecco, questo è un altro punto fondamentale nella corsa scudetto: vincerà chi saprà sopperire meglio alle assenze dei big. Il Milan senza Ibra ha dimostrato di avere lo stesso un’identità precisa e vincente. La Juve senza Ronaldo ha perso punti con Crotone e Benevento, il Napoli senza Mertens e Osimhen produce tanto ma concretizza poco. E così pure l’Inter senza Lukaku va in difficoltà. Ci sarà equilibrio fino alla fine, vedremo chi sbaglierà di meno”.