Giro d’Italia: Napoli accoglie in festa i ciclisti

image_pdfimage_print

Il Giro d’Italia ritrova la capitale del Sud Italia dopo 9 anni di assenza. È stata anche un’occasione per omaggiare Procida, la bellissima isola del Golfo che quest’anno è stata nominata Capitale della cultura. La città campana è stata protagonista del giro anche nel lontano 1909 e nel 2013 dove ad aggiudicarsi la tappa fu il britannico Cavendish su Viviani in volata. La carovana rosa si è mossa alle 13.30 da Piazza Plebiscito per raggiungere poi: Posillipo, Coroglio e Agnano e ha proseguito alla volta di Pozzuoli, la Solfatara ed il circuito di Monte di Procida. Nell’area flegrea gli atleti hanno effettuato un circuito abbastanza impegnativo di circa 19 km attraversando dunque: Pozzuoli, Bacoli e Monte Procida percorso 4 volte. Al termine dei 4 giri i ciclisti sono tornati sul lungomare Caracciolo dove Juan Pedro Lopez ha conservato la Maglia Rosa. La tappa è stata vinta da De Gent belga come il giocatore del Napoli Dries Mertens in volata davanti all’italiano Gabburo e ad Arcas che completa il podio. Per l’occasione Napoli è tutte le città percorse dai ciclisti sono vestite a festa approfittando anche del fatto che dopo due anni di chiusura a causa del Covid era tutto chiuso.

A cura di Anastasia Marrapodi

Fonte foto: Twitter Giro d’Italia