Calcio Serie A

Gianni Di Marzio: “Per raggiungere la Juventus, il Napoli dovrà acquistare calciatori con più esperienza”

image_pdfimage_print

L’ex Mister del Napoli Gianni Di Marzio ha parlato ai microfoni di Radio Marte. Ecco le sue parole: “la sorpresa al Mondiale per i risultati ottenuti negli ultimi anni sarà il Belgio, però non penso che possa arrivare fino alla finale. Tra le prime quattro pure l’Inghilterra potrebbe arrivare perché ha vinto molto a livello giovanile  e condivido la lista stilata dalla Gazzetta dello Sport. Lainer è un ottimo giocatore e può ricoprire il ruolo di vice Hysaj. Sarà difficile per Ancelotti fare meglio di Sarri, però lui conosce pure il calcio Internazionale.  Sarri  se dovesse andare al Chelsea, potrebbe trovare difficoltà a spiegare ai fuoriclasse il suo calcio molto didattico che assomiglia a quello iberico e spagnolo. Non concordo con le dichiarazioni di Allegri, penso che Ancelotti si possa abituare all’ambiente Napoli, poi in passato ha avute sempre dei campioni in squadra. E’ complicato far rendere una Ferrari senza Campioni del Mondo, ma Ancelotti è un ottimo pilota. Io l’ho conosciuto ed è una persona umile e intelligente però se gli offri rinforzi tipo Lotus o Red Bull, sarà complicato fare bene. Lui modificherà il gioco di Sarri rendendolo più pratico. Siamo tutti grati a Sarri, però il suo Napoli non ha vinto niente. Se si dovessero comprare dei giocatori di qualità, si cercherà di eliminare quasi totalmente il gap di differenza dalla Juventus. E’ stata una bella iniziativa quella di Sacchi a Milano Marittima di riunirsi assieme a Sarri Guardiola. Sacchi è stato colui che ha cambiato il calcio in Italia. Fabiàn Ruiz è un ottimo giocatore, ha un bel fisico è alto 1.90 però l’altezza non è conforme al suo peso di 70 kg è dovrà ancora avere  più massa muscolare. Poi è agile, ha un ottimo sinistro, cerca sempre la porta, ma non ha segnato molte reti. Lobotka è un calciatore di qualità, ma non ha molto fisico. Però io penso che per migliorare questo Napoli, ci sia bisogno di giocatori con carisma e esperienza, anche se il club azzurro quando acquista i giovani indovina sempre. Ancelotti davanti alla difesa ha avuto sempre dei Playmaker fuoriclasse come Pirlo e Xabi Alonso. La verità e che nelle sue squadre ha avuto sempre registi di livello internazionale e non si dovrà assolutamente sbagliare nella scelta di questo determinato ruolo”.

comments