Gianni Di Marzio: “In Europa il tasso qualitativo aumenta”

image_pdfimage_print

L’ex allenatore Gianni Di Marzio ha rilasciato un’intervista ai microfoni di TMW Radio. Eccola:

A che punto è l’Inter? Tante critiche dopo il turno di Champions:
“In Europa il tasso qualitativo aumenta, c’è maggiore rapidità di pensiero. L’Inter ha affrontato la squadra di De Zerbi piena di brasiliani, dove ha avuto occasioni e non le ha sfruttate. E’ mancata spensieratezza e tranquillità, in generale non è stata una grossa prestazione, doveva fare una partita diversa”.

Napoli, primo ko stagionale. Come va interpretato?
“Mario Rui è sempre incavolato, ma un’entrata del genere non è possibile. Io non so cosa avrei fatto, visto che mi lasciava in dieci mentre ero in vantaggio. Spalletti l’ha presa bene, ma io mi sarei arrabbiato. Insigne? Si doveva tirare fuori un esterno, si è fidato più di Politano in quel momento”. 

Ora sfida alla Fiorentina:
“E’ un test importante, come una tesi di laurea, trovi una squadra molto in forma, che sta facendo un calcio di grande intensità e che deve gestire tutto l’entusiasmo che ha dato Italiano. La Fiorentina ha un grande potenziale tecnico. E’ davvero un test importante”.

Arthur potrebbe essere il centrocampista giusto per Sarri?
“E’ il Jorginho della situazione, la mente della squadra che sa recuperare anche palloni da rigiocare”. 

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close