Emanuele Calaiò: “Mi auguro che Tutino resti nella rosa del Napoli”

image_pdfimage_print

 Emanuele Calaiò dirigente della Salernitana ed ex attaccante del Napoli è intervenuto ai microfoni di Radio Marte durante la trasmissione “Si Gonfia la Rete. Ecco quanto dichiarato: “

Salernitana in Serie A? La cosa si è conclusa bene, i tifosi dopo anni complicati sono tornati ad assaporare la massima serie. Con il ritorno allo stadio poi non vedevano l’ora, sarebbe stata una beffa. La piazza merita la Serie A, Salerno è una piazza piena di passione che vive di calcio.

Tutino? Ho un buon rapporto con Gennaro, l’ho seguito, diciamo che non ha proprio le caratteristiche mie perché io ero più punta anche se amavo spaziare sul fronte d’attacco. Lui è potente, ha forza nelle gambe, secondo me è più un esterno che ha bisogno di campo. Quest’anno ha fatto bene nonostante il gioco di Castori non fosse proprio adatto a lui. A Gennaro la palla bisogna dargliela sui piedi. Come lo vedrei nel Napoli di Spalletti? Lo metterei esterno, come prima punta Osimhen non si discute, sarà l’anno della consacrazione. Dietro vedo meglio Zielinski, quindi lo vedrei più esterno.

A prescindere dalla qualità, mi sembra giusto che il Napoli rifletta sul tenerlo. Magari non gioca titolare ma può sempre servire. Sarebbe ora di puntare sui giovani che uno ha in casa. Potrebbe sicuramente puntare su Tutino : lo tieni lì, lo fai crescere e poi lo butti in campo. A Cosenza ha fatto ottime cose, a Salerno ha vinto il campionato. Sarebbe meglio tenerlo in rosa e piano piano inserirlo.

Può tornare alla Salernitana? Non lo so se ci sarà la possibilità di spendere cifre importanti. Chiaro che se il Napoli non ci punta il ragazzo deve andare a giocare e merita una possibilità in Serie A. So che il Parma è molto interessato al giocatore. Ho giocato lì 3 anni, società solida che punta sui giovani e ha un progetto. Se ci fosse l’opportunità di Parma la prenderei in considerazione. Ma mi auguro che il Napoli lo possa tenere.

Serie A? Il campionato sarà equilibrato, le squadre di alta classifica hanno cambiato tutte i tecnici, sarà un terno al lotto. Di fatto solo il Milan ha tenuto l’allenatore di prima. L’Inter non sarà più l’ammazza-campionato dell’anno scorso, parte avvantaggiata però. Spalletti? Darà freschezza a una società scottata. Il Napoli quest’anno non può sbagliare, i tifosi sono rimasti molto delusi”.

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close