Deputato Movimento 5 Stelle Valente: “Senza regole certe, le competizioni sportive non possono continuare”

Il deputato del Movimento 5 Stelle Simone Valente componente della Commissione Cultura è intervenuto alla trasmissione L’Italia S’è Desta. Ecco le sue dichiarazioni: Non so se l’Asl abbia fatto un atto amministrativo , ma ci sono delle leggi dello stato da cui derivano i protocolli e per me quelli hanno valenza. Bisognerebbe indagare su cosa sia successo e sulle reali motivazioni che abbiamo portato l’Asl ad emettere questo provvedimento. Bisogna che Cts, Lega, Figc e governo si rimettano a discutere a dun tavolo. Senza regole certe, le competizioni sportive non possono continuare. Rispetto alle parole del Ministro Speranza ritengo inopportuno mettere a confronto e paragonare le due agenzie educative come la scuola e lo sport. Troppo spesso il calcio viene strumentalizzato. Non stiamo parlando del torneo dell’oratorio, il calico è un’industria che ha migliaia di lavoratori con regole certe. Sono stati fatti dei protocolli inseriti pure nei DCPM precedenti. Se andiamo in deroga alle regole approvate da tutti, si crea un precedente. E’ vero che l’Asl ha delle responsabilità della scelta, però prendendo una decisione così allor anon so come possano continuare le competizioni sportive”.