Home Senza categoria De Laurentiis:”A gennaio tre rinforzi, Platini…”

De Laurentiis:”A gennaio tre rinforzi, Platini…”

aurelio+de+laurentiis+celebrity+sightings+zyn4zbyii4-l

Intervenuto oggi ai microfoni di Radio Gol su Radio Kiss Kiss Napoli, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha toccato vari punti importanti:”Vorrei la Champions più appetibile, ho fatto una disamina sulla differenza fra la Champions e l’Europa League, quest’ultima può supportare solo i piccoli club e non quelli di livello maggiore che hanno dei costi di gestione maggiore. Questa cosa fa si che questa competizione diventi un torneo stancante che distoglie l’attenzione dal campionato nazionale, poi per poterla fare, una squadra deve almeno avere 23-24 giocatori con dei costi non rapportate alle entrate. Poichè c’è il fair play finanziario e Platini va in contraddizione perché divide in club poveri e ricchi fra Champions ed Europa League, ma sbaglia perchè i club non si dividono in competizioni, ma in base ai costi. Vorrei dire a Platini di non essere contraddittorio perché vuole il fair play e poi non ci da le giuste risorse per sostenere”.

A Gennaio? “L’anno scorso siamo arrivati secondi e bisogna sapere anche ciò che abbiamo in casa. Mazzarri ci ha regalato un campionato esemplare e non possiamo buttare giocatori che riteniamo importanti. Prima di dire che un giocatore non è al livello delle pretese del mister bisogna verificare, quindi serve tempo. Noi abbiamo in lista l’acquisizione di un terzino, un difensore centrale ed un centrocampista per il mese di gennaio. Questo, però, non significa che siamo obbligati a comprarli. Se li troviamo e ci convincono allora ci muovere. Non vogliamo mandare via nessuno”

Il Toro? “Non bisogna prendere questa gara sotto gamba. Il Torino ci può far male, è una squadra che mi piace e che guardo spesso con piacere”

Higuain? “Benitez è bravissimo, Io ho fatto bingo con lui, è allo stesso tempo un teorico ed un pratico. Sa gestire bene i giocatori. Cosa c’è di più facile di mandare nell’arena il proprio gladiatore? Il giocatore dirà sempre che è disponibile, ma il mister valuta questi sentimenti insieme ai nostri medici ed averlo fatto giocare il primo tempo, ridandogli sicurezza, è importante. Qui si gioca ogni minuto e lui ha preservato anche Pandev facendo entrare Duvan. Altrimenti quando un giovane prenderà sicurezza e consapevolezza? L’ha fatto giocare in Champions ed ha fatto un grande gol”