Davide Ancelotti: “L’Everton è un club estremamente organizzato”

L’ex vice allenatore del Napoli, Davide Ancelotti ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Il Calcio Inglese. Ecco le sue parole: “L’approdo all’Everton? Siamo rimasti senza squadra una settimana, abbiamo giocato l’ultima partita con il Napoli l’11 dicembre contro il Genk. L’Everton ci ha mandato un aereo privato e abbiamo firmato il contratto. Appena arrivati siamo stati accolti benissimo le prime parole sono state “Ti renderai conto che questo è un club speciale”. L’Everton è un club estremamente organizzato, appena arrivati abbiamo visto delle strutture di altissimo livello. La società è costituita da ragazzi giovani. Tutti tifosi dell’Everton cresciuti anche nel settore giovanile. Il senso d’appartenenza non lo trovi ovunque. Quando mio padre allenava il Milan, i dipendenti e i giocatori avevano lo stesso senso di appartenenza che abbiamo trovato qui all’Everton! L’addio a Napoli? A Napoli purtroppo le cose non sono andate come volevamo. Gestione dello spogliatoio? Mio padre ha un modello di gestione che all’interno dello spogliatoio è doppio, vuole un leader all’interno dello spogliatoio, all’Everton ha Coleman, a Madrid ha avuto Ramos, a Milano, Maldini, Ambrosini, Gattuso. La Premier League? Mi piace moltissimo il fatto che qui il calcio no ha strascichi, polemiche come avviene altrove. Mi porterò dietro il modo di giocare. Trovare qualcosa di brutto del calcio inglese? Qui tutto è bellissimo, stadi, strutture e ambiente.Forse solo gli arbitri non vanno bene”.