Copertina

“DasviTania”: ovvero il Mondiale secondo Tania Pagnotta (33esimo e ultimo giorno)

image_pdfimage_print

Bentornati a DasviTania, l’unica rubrica che oggi vi saluta e se ne va. I Mondiali in Russia sono terminati, l’insopportabile Francia ha vinto e si è presa pure l’ambitissimo premio “Simpatia portami via”, per ovvie ragioni. Squadra equilibrata e concentrata contro una Croazia meno in forma e incostante… Un risultato che premia una Nazionale favorita sin dall’inizio (niente, rosico assai!). Comunque per loro ottimo piazzamento; un secondo posto rispettabilissimo e Presidente supergnocca in maglia ufficiale e pantaloni bianchi che ha baciato, prima della premiazione, tutto il baciabile. A lei il titolo di Orsa Baciona. Macron che sembrava il criaturo con venti uova di Pasqua da scartare e un’espressione a metà tra l’ubriaco fradicio e quello che ha visto la Madonna sfrecciare su una Harley-Davidson. La signora Macron molto carina travestita da Patty Pravo. Insomma, per quattro anni, ci dovremo subìre questi che ci faranno le pernacchie al confine di Ventimiglia con la miniatura della Coppa del Mondo in mano… Ma quattro anni passeranno in fretta e allora i Mondiali saranno invernali e in Qatar, sperando che qualcuno non manchi di nuovo all’appuntamento. Per quanto riguarda me, dopo 33 giorni di lunghi e costanti cavolate scritte dopo essere state accuratamente pensate, con queste quattro righe oggi vi saluto e ringrazio nell’ordine:

  • Chi ha inventato il titolo di questa rubrica (Ste, ti voglio bene…)
  • Il Direttore di MundoNapoliSport24 che ha ufficializzato una mia idea, dandomi massima libertà e fiducia (Cosimo, muah!)
  • Chi mi ha letto, “piaciato” e/o commentato praticamente ogni giorno

Tania e il Mondiale visto con i suoi occhi e ragionato giusto giusto con quei due neuroni che vagano nella sua testa in totale anarchia, vi ringraziano. Vado a tirare il tendone del sipario, sperando di esserci tra quattro anni, per ridere sul prossimo Mondiale. Grazie a tutti

Simona Cannaò

comments