Calciomercato

Daniele Sebastiani: “Con il Napoli non ho parlato di Gravillon”

image_pdfimage_print

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani è intervenuto ai microfoni di Radio CRC. Ecco le sue dichiraazioni: “Buona parte dell’ossatura dell’ Italia è passata da Pescara. Immobile, Verratti, Insigne, Politano, Biraghi, Perin e  pure Caprari. Avevamo chiuso un operazione fantastica con Verratti al Napoli e forse sarebbe rimasto un anno in più pure Insigne con Zeman in anchina. Inoltre pure un giocatore come Santana poteva giungere da noi. Saltò se vi ricordate bene, perché in un’intervista Verratti dichiarò di essere juventino. Gli risposi che doveva fare il professionista in qualunque squadra sarebbe andato a giocare. Verratti adesso per me è un regista classico, poi è chiaro che ogni allenatore vede un calciatore a modo suo. Lui poi ha avuto degli infortuni che hanno rallentato la sua crescita, più continuità di rendimento l’ha avuta Insigne. Non va dimenticato che pure Immobile ha avuto delle difficoltà quando è andato a giocare all’estero. Se la Naizonale non va al Mondiale, anche se tutti parlano di crescita evidentemente qualche problema esiste.

Di Gravillon con De Laurentiis non è ho ami parlato, però per il Napoli le porte sono sempre parte. E attenzionato non solo in Italia, ma ogni settimana vengono osservatori dall’estero. Mi dispiacerebbe se lasciasse il nostro paese ed è veramente forte. Già lo scorso anno a fine campionato mostrò tutte le sue qualità, poi può contare sui consigli di Campagnaro. Noi a Pescara lavoriamo molto bene con lo scouting. Non abbiamo mai avuto così tanti giocatori nel giro delle Nazionali, poi non ci dobbiamo dimenticare che noi abbiamo lanciato Torreira che sta dimostrando tutto il suo valore all’ Arsenal, merito pure di Oddo che nonostante qualche prestazione sottotono, gli diede fiducia”.

comments