Carnevale: “Napoli, ecco cosa devi fare per vincere la Coppa Uefa…”

Uno dei protagonisti di quella storica rimonta del 15 marzo 1989 con una rete spettacolare allo scadere del primo tempo. Quella del 2 a 0, dopo il rigore trasformato da Maradona al 10′. Palla rubata da Alemao a centrocampo, assist a Carnevale, pochi passi e gran destro all’incrocio dei pali.

Quelle immagini in questi giorni stanno facendo il giro del web e l’attuale osservatore dell’Udinese è intevenuto in diretta con Fabio Morra a In Casa Napoli Revolution.
“Mi viene ancora la pelle d’oca a rivedere quelle azioni di 30 anni fa. Poi la vittoria finale, una città in festa. Con Maradona in campo tutto era possibile, ma dobbiamo ringraziare il mio amico Alessandro Renica che ci fece impazzire di gioia all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare. Il Napoli ha tutte le carte in tavola per fare la rimonta con l’Arsenal. E’ una squadra battibile, ha giocato contro il Watford, squadra nostra (di proprietà dell’Udinese ndr), eravamo in 10 e meritavamo il pareggio”.

E l’ex bomber azzurro dice la sua ricetta per la qualificazione: “Sicuramente non è il Napoli di due mesi fa, ma ci vuole testa, forza, animo e coraggio e secondo me può farcela. In questo Napoli tutti possono decisivi, mi auguro che Insigne possa essere il Maradona di 30 anni fa, ha tutti i numeri. Al ritorno della gara con la Juventus c’era grandissima attesa, noi siamo stati trascinati dal popolo napoletano e così abbiamo vinto. Mi sento ancora importante perché ho indossato una maglia molto prestigiosa”.

Carnevale chiude con una richiesta da “tifoso”: “Questa è una Coppa importantissima anche se all’inizio sembra una coppetta. Faccio un appello, tutto il popolo napoletano deve stare vicino alla propria squadra, farei di tutto per andare a vedere questa partita, il Napoli ha bisogno del suo pubblico”.

FONTE: Casa Napoli Revolution