Bruno Cirillo: “Insigne è il trascinatore del Napoli”

image_pdfimage_print

L’ex difensore di Inter, Reggina e Siena Bruno Cirillo è intervenuto ai microfoni di Radio 1 Station. Ecco le sue dichiarazioni: “Inter e Napoli sono due grandissime squadre. Gli azzurri sono rinati nell’era De Laurentiis. È una piazza importantissima, che negli ultimi anni sta facendo molto bene e deve continuare su questa scia. 

Conte? È un grandissimo tecnico, lo ha dimostrato in più fasi della sua carriera e sono dell’idea che sia un valore aggiunto. È anche vero che l’Inter,quest’anno, ha avuto meno defezioni da infortuni e Covid, e questo l’ha aiutata molto. Ciò non toglie il merito del grande campionato che stanno facendo. 

Io al Napoli? È sempre stato il mio sogno, in quanto sono, da sempre, un grandissimo tifoso azzurro. Ci avrei tanto voluto giocare, onorando la maglia ed i colori della mia città. Ciononostante, però, sono contento della carriera da calciatore che ho fatto. Adesso sono un procuratore e cerco di dispensare consigli utili ai giovani. Da giovanissimo ho vinto l’Europeo 2020 con l’Under-21, ed è un ricordo indelebile nella mia storia professionale. Quello era un gruppo fortissimo, non è un caso che tutti abbiano fatto una grande carriera, vincendo anche il Mondiale 2006, ed in parecchi siano poi diventati allenatori. I tempi sono cambiati: basti pensare che quando eravamo piccoli noi, stavamo sempre per strada a giocare a pallone. Ora la vita è diversa, i ragazzini hanno tutto e quasi non si divertono più a tirare calci ad un pallone. Questo è il motivo principale della difficoltà del calcio italiano a sfornare un gran numero di nuovi talenti. Bisogna aiutare questi ragazzi e fargli capire che per arrivare a certi livelli, vanno fatti enormi sacrifici. 

Cosa manca al Napoli per essere come l’Inter? Quest’anno un po’ di fortuna sotto il profilo delle defezioni. Penso che Gattuso abbia fatto cose incredibili, viste le difficoltà che ha dovuto affrontare. Poi è ovvio che le due compagini hanno un po’ di differenza anche sotto il punto di vista della rosa. Pure qui, però, dobbiamo dire che il mister calabrese non ha quasi mai avuto a disposizione tutto il gruppo.

Cosa mi aspetto da Napoli-Inter? I padroni di casa dovranno fare la partita, perché hanno più bisogno di vincerla per arrivare in Champions. Insigne sarà, come spesso accade, l’uomo del match. Con la sua qualità potrà trascinare la squadra ad una grande prestazione. È un giocatore eccezionale.

Politano? È un giocatore con qualità importantissime, da ex avrà sicuramente il dente avvelenato, ed avrà quella voglia in più di fare bene”.

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close