Blerim Dzemaili: “Napoli è una città speciale”

image_pdfimage_print

L’ex centrocampista del Napoli Blerim Dzemaili ora al Bologna, ha rilasciato un’intervista alla  rivista macedone Zwoelf. Ecco le sue parole: “Napoli è una città speciale che impazzisce per il calcio. In occasione di partite importanti per strada non si vedono macchine.  Tutti vanno allo stadio, oppure vedono la partita in Tv. Chi va a Napoli, sa quali problemi ci sono in città. E’ meglio evitare di indossare il Rolex al polso, oppure i calciatori sanno che a Napoli possono essere infastiditi in qualsiasi momento dai tifosi quando escono di casa. Io ho giocato con grandi campioni come Higauin Cavani. Ma prima di loro sono ho avuto come compagno di squadra  Marek Hamsik e quando sono andato  nel Bologna ho cercato di imitare Marek. Comprendo l’addio di  Higuain al club azzurro. A 29 anni aveva voglia di vincere qualcosa di importante. Napoli non è arrivata ancora a livello della Juventus. A volte i tifosi dovrebbero mettersi nei panni dei calciatori e capire le scelte. Il 95% dei giocatori avrebbe fatto al stesa scelta di Gonzalo. Quando arrivai nel club azzurro ebbi qualche problema facendo molta panchina. Sul rettangolo verde di gioco venivano sempre schierati Behrami-Inler. Un giorno uscì fuori un’intervista del procuratore di Inler che dichiarò l’insofferenza del suo assistito a giocare con me  e Valon. Ci rimasi molto male visto che conoscevo Gokhan da dieci anni”.


Widget not in any sidebars

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close