NotiziePrima pagina

AVV. Napoli Grassani: “La sentenza sul caso Juventus-Napoli, dovrebbe essere pubblicata nei prossimi giorni”

SSCNapoli.it
image_pdfimage_print

L’avvocato del Napoli Mattia Grassani ha commentato il dibattimento con la Corte d’Appello Federale sul caso Juventus-Napoli ai microfoni di Radio Marte Ecco le sue dichiarazioni: “Le sensazioni sono quelle di un appello e di una discussione che hanno sicuramente colto nel segno. Dal 4 ottobre ad oggi sono state rinviate dal calendario di Serie B e Serie C ben quattro/cinque incontri con situazione identica a quella di Juventus-Napoli, con una squadra ospitante che non voleva rinviare la partita e l’avversario che ha prodotto la documentazione che ha spinto a non giocare.Le leghe di competenza hanno semplicemente spostato i match in questione, senza attivare il meccanismo infernale che c’è stato invece in Serie A. Altre quattro partite sono state ricandelarizzate senza problemi, la questione esiste solo per Juventus-Napoli. Da uomo e tifoso che è abbonato al San Paolo, mi domando: ma il calcio è uguale per tutti? Perché il Napolinon può avere giustizia? Già in primo grado, questo principio doveva essere percepito. Le autorità dello Stato prevalgono sullo sport, quando si parla di salute pubblica. Se non venisse sancito questo concetto, la dirigenza del Napoli non mollerà: il club azzurro non molla, non molla e non molla! Il diktat dell’autorità preposta alla tutela della salute pubblica è stato quello di non partire e il Napoli lo ha seguito, evitando così di commettere reato e mettere a rischio le persone che la squadra avrebbe incontrato durante il suo viaggio, tra aeroporti ed alberghi vari. La scelta del Napoli è stata obbligata. Il provvedimento era di andare in quarantena, punto. Bisogna mettersi in testa che il diritto della salute è costituzionalmente garantito ed ha una natura superiore alle norme sportive. Le ASL sono i soggetti titolari della gestione della situazione Covid-19. Il presidente Aurleio De Laurentiis è stato chiaro nel ribadire che il club azzurro non ha responsabilità, perché ha seguito le indicazioni che gli sono state date. Le partite vanno decise sul campo, e non sui tavoli della giustizia sportiva. Se avremo un rigetto, andremo al CONI: in quel caso, si dovrà aspettare un mese / un mese e mezzo. Siamo comunque fiduciosi che questa via crucis possa concludersi a breve, con una sentenza che dovrebbe essere pubblicata nei prossimi giorni”.

Claudio Gervasio
Claudio Gervasio nato a Napoli. Ha conseguito il diploma di Liceo Lingustico, la laurea in scienze della Comunicazione all'Unisob con master di Scienze Investigative Criminologiche e politiche della Sicurezza. Appassionato di giornalismo, è un collaboratore spontaneo di MundoNapoliSport24

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close