La Roma pensa a Sarri per la panchina in caso di…

La Roma ha in mente la rivoluzione a giugno e si chiama Maurizio Sarri al posto di Eusebio Di Francesco. I giallorossi, infatti, stanno andando all’assalto del tecnico toscano che sta vivendo un periodo molto difficile alla guida del Chelsea. Il primo contatto c’è già stato a Londra con una cena insieme a Franco Baldini, consigliere di Pallotta, che ha un peso importante in società.

Come evidenzia la redazione di Sportmediaset.it, in futuro potrebbe averne sempre di più visto che anche il ds Monchi sta pensando all’addio, lui è stato tra i maggiori sponsor dell’attuale tecnico Di Francesco.




Ecco gli 11 leoni che affronteranno lo Zurigo

Carlo Ancelotti ha fatto le sue scelte ed ecco gli 11 titolari per la sfida de stasera valida per la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League:

Fonte:Twitter SSC Napoli




Fedele:”Ancelotti è furbo perchè…”

Enrico Fedele ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio Marte. Queste le sue considerazioni: Non capisco perché nessuno faccia questa domanda in conferenza stampa: ‘Scusi, signor Ancelotti, ma perché abbiamo dieci punti in meno dell’anno scorso? Abbiamo una squadra consolidata, quindi perché non si fa meglio?’. Bisogna cambiare modulo”.

Fedele ha aggiuntio: “Furbescamente, Ancelotti non vuole tornare al 4-3-3 per restare sul centrocampo folto, ma allora dovrebbe virare sul 4-2-3-1, con Diawara davanti alla difesa. Il Napoli deve giocare con due mediani e, più avanti, uno tra Zielinski o Fabian, a seconda di chi sta più in forma, più Callejon e Insigne sulle fasce. Unica punta, invece, Arek Milik. E gli altri? Li lascerei fuori”.




Chiariello:”Sicuri che Ronaldo sia un buon acquisto?”

Umberto Chiariello ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Un Calcio alla Radio, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio CRC. Queste le sue considerazioni: Il Cholismo va oltre il calcio, te lo fa amare. Il gesto di Diego Simeone a fine gara, contro la Juventus, è stato vergognoso, ma solo se preso fuori contesto. Nell’ambito della gara in sé, invece, dimostra che i suoi giocatori hanno gli attributi e che il potere del calcio italiano fa male a chi ce l’ha, perché non è allenante”.

Chiariello ha aggiunto: “Appena usciamo fuori dai confini nazionali, si fanno le figure fatta ieri dalla Juventus. Mi chiedo: se i bianconeri escono agli ottavi di Champions dopo aver perso già agli ottavi di Coppa Italia, è davvero una buona stagione, dopo aver acquistato Cristiano Ronaldo? A voi la risposta”.




Auriemma:”Credo che tutto sia iniziato il 26 Dicembre”

Enrico Ariemma, professore universitario, è intervenuto ai microfoni di Radio Amore Campania nel corso della trasmissione “I Tirapietre” condotta da Luca Cirillo (Areanapoli.it), Donato Martucci (Corriere del Mezzogiorno) e Lello Delgro: “Pochi tifosi al San Paolo? Questo clima di disaffezione ha una data precisa: il 26 dicembre per Inter-Napoli. Ho la sensazione che tutto sia finito e iniziato lì. Non è pensabile che si faccia 15 giorni prima 45mila spettatori con il Chievo, poi altri 45 mila con i biglietti già venduti con il Bologna e poi il 18 gennaio 21 mila con la Lazio. Probabile che il mercato di gennaio abbia rotto qualcosa, ma anche quello di febbraio. C’è un concorso di circostanze viziose in questo caso. Tanti fattori tra cui, “la Juve ruba”, “a gennaio non si compra”, “i bagni fanno schifo”, “non si vince quindi non vado”. Per cui la mutazione genetica che è intervenuta sul profilo medio del tifoso napoletano fa sì che sia considerata anche questa un’annata del tutto fallimentare. Non è una buona annata, certo, ma nemmeno fallimentare. E’ più di transizione di quanto si possa pensare.  E sarà sempre più difficile. Abbiamo fatto la bocca a qualcosa che non raggiungeremo mai e sarà sempre più difficile. Il Milan con due acquisti ha cambiato la squadra. Il Napoli dal 26 dicembre ha fatto 12 punti in sette partite”.

Poi Ariemma ha aggiunto: “All’interno delle prime quattro possiamo restare l’anno prossimo. L’ultimo mercato decente è stato fatto con Benitez nel 2013. Carrasco al Napoli? E’ diventato un ottimo incursore d’attacco, lo vedrei più esterno, ma non credo possa fare al caso del Napoli. L’ingaggio è proibitivo. Il Napoli con il Torino? E’ entrato Verdi, ma anche Malcuit ha avuto i suoi problemi ed è andato a sbattere contro Aina. Verdi non riesce a incidere, lo vedo come un corpo estraneo. L’attaccante per l’anno prossimo? Sono innamorato di Dolberg dell’Ajax è un giocatore sui cui punterei immediatamente. La giornalista lombarda che ha offeso i colleghi napoletani al congresso della Fnsi ? I luoghi comuni sono abusati e il napoletano non si arrabbia più, abbiamo superato la fase dell’indignazione. Mi sembra che ce ne fottiamo, ma anche questo è pericoloso. La paranza dei bambini di Saviano? Mi dà fastidio al congiura del silenzio. E’ un libro bellissimo che secondo me racconta una Napoli diversa. E’ stato fatto il paragone con Scugnizzi di Nanni Loi. L’uso esagerato di armi? Le stese sono un fenomeno molto più diffuso anche dalla stessa informazione. A me dell’uomo Saviano interessa poco, mi interessano i libri. Io sono un lettore. Per me funziona bene la real-fiction”.




Malfitano:”Il suo recupero non è stato definitivo”

Mimmo Malfitano ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio Marte. Queste le sue considerazioni: Chi sono i ‘bocciati’ del Napoli di cui parlava Ancelotti? Non lo dico. Anche se li sapessi, non farei i loro nomi. Posso ammettere, però, che mi aspettavo di più da Verdi, che ha trascorso la stagione in infermeria. Anche Ghoulam è eternamente in via di recupero, il suo recupero non è stato definitivo”.

Malfitano ha aggiunto: “Da Mertens mi aspettavo di più. Callejon mi sta convincendo a metà, Hysaj non mi convince. I prossimi tre mesi saranno decisivi per un giudizio e quindi anche per il loro futuro”.




Calciomercato,Mertens rifiuta l’offerta

Retroscena di mercato svelato dalla redazione di Radio Marte nel corso della trasmissione Si gonfia la Rete: “L’agente di Dries Mertens è stato a Napoli per parlare con Cristiano Giuntoli. I due hanno discusso di vari argomenti, compresa l’offerta del Dalian Yifang. Il club cinese non poteva arrivare, a gennaio, ai 30-35 milioni chiesti dai partenopei, ma l’affare non è saltato per questo. Anche se al belga offrivano oltre 10 milioni a stagione, infatti, il giocatore in primis ha detto di no: vuole restare a Napoli, perché la ama”.

L’emittente campana ha poi aggiunto: “Non sappiamo ancora cosa accadrà a giugno, però Mertens si trova talmente bene in città che l’idea di andarsene non è il primo dei suoi pensieri. La Cina non lo attrae più di tanto, prenderebbe in considerazione solo possibilità allettanti sia per lui sia per il Napoli qualora volessero cederlo”.




Zazzaroni:”Il San Paolo potrebbe…”

Ivan Zazzaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio Marte. Queste le sue considerazioni: “Simeone è un professionista al 100% e trasmette grande applicazione e grinta ai suoi giocatori. Il gesto di Diego verso i tifosi? Quello non si fa, nemmeno se ti rivolgi al tuo pubblico: è un gesto volgarissimo, fatto in un luogo pubblico e che certe teste potrebbero anche imitare. Lo fece anche quando giocava nella Lazio: sono cose che non mi piacciono”.

Zazzaroni ha poi aggiunto: “La Juventus è stata asfaltata: in Italia ha sicurezze che in Europa, invece, molto spesso perde. Non sono così convinto che possa recuperare nella gara di ritorno: difficile fare più di un gol all’Atletico in 90 minuti. Il San Paolo darebbe tanti punti in più? Sì, perché produrrebbe ricavi e con i ricavi compri i campioni”.




De Maggio:”Lozano è più forte di…”

Valter De Maggio, conduttore di Radio Kiss Kiss Napoli, nel corso della trasmissione radio Goal, ha rilasciato alcune dichiarazioni. In particolare ha commentato l’interessa del Napoli per Hirving Lozano, esterno d’attacco del Messico e del Psv: “Lozano è un giocatore pazzesco, è più forte di Lavezzi: credo che siamo di fronte ad un vero e proprio craque”.Poi De Maggio ha aggiunto: “Lozano a Napoli? Ora il problema è che in tanti se ne sono accorti. Giuntoli lo monitora, ma Raiola ed il Psv conoscono il suo valore e penso che 30 milioni non basteranno più. Ho sentito Raiola, dice che non ci sono novità”.




Roano:”Per Napoli è uno scenario assurdo”

Luigi Roano, autorevole firma del quotidiano Il Mattino, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Seggiolini nuovi al San Paolo? Domani verranno assegnati i lavori all’azienda che si occuperà della sostituzione. Forse l’assessore Borriello ha messo le mani avanti ipotizzando la possibilità di avere solo una parziale sostituzione dei sediolini per le Universiadi”. In tal senso Roano attacca: “Dovesse andare davvero così sarebbe onestamente allucinante, uno scenario assurdo: sarebbe un brutto biglietto da visita per la città di Napoli. In America in dieci settimane costruiscono i grattacieli, qui si tratta di cambiare dei seggiolini. Ci sono ditte che ne sostituiscono 60mila in 20 giorni”