Ottavio Bianchi: “Ieri sera il Napoli aveva paura del Liverpool”

L’ex tecnico del Napoli degli anni d’Oro Ottavio Bianchi è intervenuto ai microfoni di  Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: “Non dobbiamo avere rimpianti, il Napoli ha perso solo una partita, il Liverpool tre ed è passato, poi noi a Napoli siamo molto bravi a piangere e ad esaltarci facilmente. Invece bisognerà essere più equilibrati. La Coppa UEFA  di adesso, mi sembra una serie C. Rispetto agli anni precedenti dove si qualificavano le prime due classificate. Ora invece ci si concentra solo in semifinale e finale e nei turni precedenti si incontrano squadre particolari ed è giusto che sia così.

Il club azzurro fino a ieri sera ha giocato alla pari con tutti i club e d è normale temere leggermente l Liverpool. Mi sembrava meno in palla del solito.  E’ comprensibile però quest’atteggiamento visto che era una partita decisiva per il passaggio del turno e si giocava in Inghilterra“.




Alessandro Renica critica Ancelotti: “Poteva inserire giocatori più fisici e meno tecnici”

L’ex difensore del Napoli Alessandro Renica ha commentato Liverpool-Napoli ai microfoni di Radio Sportiva. Ecco quanto dichiarato: “E’ un peccato, il Napoli per il girone che ha fatto avrebbe meritato la qualificazione, ha rovinato tutto con il pareggio contro la Stella Rossa. Il Liverpool si sapeva che in casa fosse quasi invincibile. Il presidente anche se non mi sta particolarmente simpatico, il suo Napoli va elogiato e non criticato. Ogni anno ha rinnovato acquistando giocatori di valore e di qualità.  In questa stagione Ancelotti è stata la ciliegina, la squadra è cresciuta dal punto di vista della personalità, ma ci vuole uno stadio nuovo per far crescere pure la società a livello di marketing.

Insigne Hamsik sono due calciatori tecnici ed è normale che possano andare in difficoltà quando i ritmi si alzano. Se devo muovere una critica ad Ancelotti, dico che avrebbe potuto inserire in formazione giocatori più fisici e meno tecnici. Il fallo di Van Dijk su Mertens era da espulsione e quasi da denuncia, gli poteva spezzare la caviglia”.




Marek Hamsik: “A Liverpool, ci è mancata un poco di fortuna”

Il capitano del Napoli Marek Hamsik come suo solito, ha commentato Liverpool- Napoli sul proprio sito ufficiale. Ecco le sue parole: “Il mio tiro all’inizio è uscito di pochi metri ed è stata una maledizione. Avevamo iniziato bene il match, poi abbiamo subito il Liverpool  e entrambe le squadre nella ripresa hanno avuto le loro occasioni da rete. A noi ci è mancata un poco di fortuna. Abbiamo giocato delle grandi partite in questo girone, ma tutto ciò non è bastato per la qualificazione.  Fa male uscire in questo modo e ora dovremo rialzare la testa e concentrarsi per la partita di Cagliari. In Europa League abbiamo l’intenzione di arrivare il più lontano possibile”.




Accadeva oggi: “Dalla prima lezione di Beethoven con il maestro Haydn, alla vittoria della medaglia di Magnini”

Oggi 12 dicembre 2017 accadeva ciò: Nel 1792 a Vienna il ventiduenne Ludwig Van Beethoven che si era trasferito da Boon  andò a lezione per la prima volta dal maestro Franz Joseph Haydn. Si era trasferito appositamente per questo motivo dall’Austria alla Germania. Nel 1897 in Brasile con il nome di Cidade De Minas, fu fondata la città di Belo Horizonte. Fu la nuova capitale del Minas Gerais. Nel 1901 Guglielmo Marconi trasmise per la prima volta con successo un segnale con un antenna dal Cornovaglia ad un ricevitore situato a San Giovanni di Terrenova in Canada. Fu la prima trasmissione transatlantica senza fili. Nel 1913 l’ autorità a Firenze annunciarono di aver ritrovato “La Gioconda“Il prezioso dipinto di Monna Lisa realizzato da Leonardo da Vinci che fu trafugato due anni prima dal museo parigino del Louvre dall’italiano Vincenzo Perruggia. Nel 1995 l’ingegnere britannico Christopher Cockerell brevettò il primo prototipo funzionante di Hovercraft, un veicolo capace di muoversi su terreni fangosi, paludi e acqua come su terreni compatti grazie ad un cuscino d’aria ottenuto con motori da aspirapolvere. Nel 1963 Giulio Natta vinse il premio Nobèl per la chimica assieme al collega Karl Ziegler per gli studi della tecnologia dei Polimeri.  Il polipropilene isotattico fu scoperto da Natta e commercializzato  con il nome di “Noplen” che rivoluzionò l’industria delle materie termoplastiche. Nel 1963 lo stato africano del Kenya acquisì l’indipendenza dalla Gran Bretagna. Nel 1973 le industrie italiane  furono bloccate per la mancanza di gasolio e migliaia di operai  furono mandati a casa in regime di cassa-integrazione. Nel 1978 l’Italia decise di entrare a far parte dello Sme, il sistema monetario europeo che fu approvato il 5 dicembre scorso. La Camera votò questa decisione decisa dal Governo di Giulio Andreotti. Nel 1980 il Governo degli Stati Uniti modificò la propria legislazione sul diritto d’autore inserendo nel novero delle operazioni di ingegno protette pure i programmi per i computer. Nel 199 la sorella di Giorgio Di Centa Manuela diventò il quarto membro italiano del Comitato Olimpico internazionale. Nel 2004 agli Europei di Nuoto in vasca corta a Vienna Paolo Bossini, Massimiliano RosolinoFilippo Magnini vinsero l’oro nel 200 rana, nei 200 stile libero e l’argento.

Fonte foto:LaRepubblica.it

Claudio Gervasio




France Football: Possibile uno scambio di mercato tra Napoli e Marsiglia

Secondo quanto scritto dal celebre giornale francese France Football, al Marsiglia piace l’attaccante polacco del Napoli Arek Milik. Per convincere il Napoli a cedere il giocatore, il club francese potrebbe mettere sul piatto la punta greca Mitroglu, oppure l’attaccante giovane Valère Germain.




Buffon elogia il Napoli: “Ha disputato un girone di Champions fenomenale”

L’ex portiere della Juventus e dell’ Italia ora al Psg Gianluigi Buffon ai microfoni di SKY ha commentato le eliminazioni di Napoli Inter dalla Champions League. Ecco le sue parole: “Non è un passo indietro che Napoli e Inter non si siano qualificate, ma certamente sarei stato felice se entrambe avessero passato il turno. E’ un discorso patriottico. Il Napoli si era creato l’opportunità per farcela disputando un girone fenomenale. Peraltro con la presenza di Napoli Inter, dopo i sorteggi avrei avuto l’opportunità di tornare più facilmente in Italia“.




Andrea Pirlo si complimenta con il Napoli: “Ha mostrato un bel gioco in Champions League”

L’ex centrocampista della Juventus Andrea Pirlo ha commentato negli studi di SKY Liverpool-Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: “Il club azzurro è andato pure oltre le aspettative, nessuno si immaginava di vedere un bel gioco in un girone così difficile. Peccato che non sia riuscito q qualificarsi e ora punterà alla vecchia Coppa UEFA che da tanto tempo un’italiana non la vince, riuscirci vorrà dire qualificarsi automaticamente per la Champions League“.




Fabio Capello critico: “Il Napoli a Liverpool è stato poco pericoloso”

Fabio Capello ha commentato Liverpool-Napoli negli studi di SKY. Ecco quanto dichiarato: “Il Napoli non è mai riuscito ad essere pericoloso, solo una volta è entrato nell’area avversaria. Ad Anfield può succedere pure questo.  Forse l’eccessività dei Reds ha creato dei problemi agli azzurri. Il Liverpool cala sempre nell’ultimo quarto d’ora dopo aver consumato tante energie e poi finisce le partite sotto ritmo. In quel frangente il club azzurro ha creato più palle gol, ma ciò non è bastato per la qualificazione.

Il Liverpool in questo momento è la squadra peggiore da affrontare, è un club assatanato. Se il Napoli avesse incontrato qualche altra squadra l’avrebbe spuntata. E’ un Napoli cresciuto e a questi livelli l’amarezza è tanta. Per i tifosi serve qualche nome che possa innalzare il livello. Nelle partite importanti si valuta lo spessore internazionale di un giocatore e qualcuno non l’ha dimostrato. Ora De Laurentiis dovrà fare qualcosa, altrimenti si dovranno inventare qualche giocatore in giro da prendere sul mercato”.




Roberto Baronio: “E’ stata positiva l’esperienza in Youth League”

Il tecnico della Primavera del Napoli Roberto Baronio ha commentato ai microfoni di IamNaples.it in esclusiva l’eliminazione degli azzurrini dalla Youth League. Ecco le sue parole: “Potevamo fare meglio, ma ci sono alcune regole sulle convocazioni che dovevamo rispettare e abbiamo avuto alcune difficoltà. L’esperienza è stata positiva sia per i ragazzi che per la società, tutti hanno fatto il proprio compito. Usciamo da questa competizione a testa alta. Gli avversari sono superiori come lo è stato il Liverpool ieri ed è un peccato che si perda considerando la maglia che si indossa.

Ho parlato con i ragazzi di queste ultime due sconfitte con Atalanta Liverpool e ora penseremo alla sfida contro il Sassuolo. Ho lasciato tre ragazzi con la febbre e speriamo di recuperarli tutti in vista della partita importante contro il Sassuolo. Io sono qui per gestire la rosa e ci sono delle categorie in cui i ragazzi che vanno meglio giocando di più e sta agli altri recuperare il terreno perso”.




Buongiorno, ecco la Rassegna Stampa di mercoledì 12 dicembre 2018