Antonella Leardi: ” Ho cercato di avere qualche contatto con la Roma per trovare un punto di approccio per dare una svolta al clima tra le due tifoserie ma non ho avuto nessuna riposta”

image_pdfimage_print

antonella leardi

Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, parla nel corso del programma di Canale 21, Il Bello del Calcio: “Mi sto avvicinando mentalmente alla partita Napoli-Roma con ansia ma con la consapevolezza che questa sfida deve unire e non allontanare  persone che tifano squadre diverse. Io ho un obiettivo ben preciso nella mente, ovvero quello di avere giustizia e solo in quel momento mi darò pace. Ciro, nel suo percorso ospedaliero, è state sempre lucido salvo delle volte in cui è stato sedato per i problemi respiratori. Man mano aveva delle agitazioni come degli incubi dove cercava di ricostruire la scena e nel momento in cui una criminologa gli ha mostrato la foto di De Santis lui ha risposto con testuali parole: “Questo è il ciccione che mi ha sparato”. Ciro era un ragazzo allegro, rideva con tutti ed era una persona molto attiva. Ho cercato di avere qualche contatto con la Roma per trovare un punto di approccio per dare una svolta al clima tra le due tifoserie ma non ho avuto nessuna riposta. Mi piacerebbe tanto vedere Napoli e Roma ritrovarsi in un gemellaggio, questo è un mio desiderio. Non ho mai provato odio verso la persona che ha sparato e ucciso mio figlio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close