Andrea Pirlo: “Contro le squadre piccole, abbiamo avuto un atteggiamento sbagliato”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha commentato Juventus2-Napoli1 ai microfoni di SKY. Ecco quanto dichiarato: “In altre partite dovevamo mostrare un diverso atteggiamento e più sacrificio per vincere i match. Avevamo preparato la partita così andando con Danilo più al centro del campo per liberare i due esterni Chiesa e Cuadrado. Mi dispiace che abbiamo sprecato alcuni contropiedi. Le critiche ad un allenatore ci stanno, è difficile preparare la partita quando escono i positivi all’ultimo istante, ma è stato così tutto l’anno. Magari inconsciamente con le squadre piccole abbiamo mollato la concentrazione, cercando di risolvere le partite con le giocate dei singoli, ma in campionato tutte le partite sono insidiose e non ci possiamo permettere di abbassare la concentrazione.

Dybala quando l’abbiamo cerchiamo di sfruttarlo, il problema e che l’abbiamo avuto per 6/7 partite. Tutte le squadre lo vorrebbero, ma tutti gli altri giocatori della rosa hanno fatto bene. Ci sono tante cose sbagliate che ho fatto, ma le rifarei perché è il primo anno da allenatore. Queste cose mi servono e mi serviranno per il futuro. Questo è stato il campionato più difficile pure per gli altri per una serie di motivazioni. Ho sbagliato e tutti sbagliano. Adesso l’obiettivo è quello della Champions League. Questo è il massimo che possiamo fare totalizzare nove vittorie per il nostro mini campionato e poi ci prepareremo per la finale di Coppa Italia. Ho il rammarico sia della Champions league, che del campionato. Perdendo contro il Benevento, questa sconfitta ci ha tolto la possibilità dello scudetto. Ci dispiace che non siamo andati avanti in Champions League, vedendo le partite di ieri sera”.