Ancelotti: “C’è da sudare fino alla fine”

image_pdfimage_print

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, dopo l’1-1 del San Paolo contro il PSG è intervenuto a Sky Sport: “Nella ripresa abbiamo cercato di modificare un po’ l’atteggiamento, eravamo troppo prudenti, lasciavamo troppo spazio ai tre centrali che hanno controllato il ritmo. Noi dovevamo recuperare il risultato, abbiamo messo più pressione sui centrali e le cose sono andate meglio. Abbiamo fatto 20 minuti di grandissimo livello e questo l’abbiamo pagato nel finale, in cui abbiamo cercato più di gestire che di offendere. Possibilità? I risultati col PSG sono positivi. Se dovessimo arrivare a pari punti saremmo sopra. Non ci aspettavamo che il Liverpool perdesse stasera, s’è messa pure la Stella Rossa di mezzo. Un girone più equilibrato di così non si poteva avere. Chi è il rigorista? Ci sono Insigne, Mertens, Milik. E’ anche vero che Insigne conosce molto bene Buffon (ride, ndr). Come ho visto il PSG? Molto bene tutti, ho rivisto Buffon, Thiago Silva, Di Maria. Tra l’altro i miei ex mi castigano sempre. Bernat non ha mai fatto un gol in vita sua. La chiave tattica? La maggior parte delle partite l’abbiamo fatta pressando in avanti. Stasera questo significava portare avanti uno dei due esterni, aprire molto gli esterni bassi e questo lasciava spazio dove non volevamo. La cosa più importante era evitare rifornimenti per Di Maria e soprattutto Neymar. Questo è stato il freno che ha condizionato la nostra prima parte. Siamo a buon punto nel girone? C’è da sudare fino alla fine, teniamo duro”.

Mundonapoli Sport 24 utilizza cookie di terze parti per garantire all'utente un esperienza di navigazione completa. il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close